‘Carta dello studente della Toscana’, Mazzeo (Pd): “Sperimentazione da replicare a Pisa, nei prossimi giorni un incontro con questo obiettivo”


Il consigliere regionale Pd e presidente commissione Costa a Palazzo del Pegaso: “Subito un tavolo con l’ assessore Barni e il rettore perché il provvedimento possa partire contestualmente anche a Pisa”

 

“La sperimentazione di una carta che darà libero accesso a bus urbani e tramvia per gli studenti fiorentini è senza dubbio un fatto positivo che va replicato subito anche in una città universitaria come Pisa. Per questo motivo mi sono attivato immediatamente con l’assessore Barni, col rettore di Pisa e con le associazioni studentesche del territorio perché la sperimentazione possa partire contestualmente anche nella nostra città”.

 

Così il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo commentando l’accordo sottoscritto da Regione Toscana, Comune di Firenze, Università degli studi di Firenze, Azienda regionale per il diritto allo studio universitario (ARDSU) e One Scarl (società gestore del contratto-ponte per il trasporto pubblico locale in Toscana) per la sperimentazione di un anno, a partire dal 1 novembre 2019, della ‘Carta dello studente universitario’ che varrà come titolo di viaggio per tutti i mezzi pubblici urbani dell’area fiorentina e darà diritto a numerose agevolazioni anche in ambito culturale e sanitario.

 

“All’assessore Barni, al rettore e agli studenti ho proposto un incontro nei prossimi giorni per valutare i numeri esatti che riguardano l’università pisana, i costi che dovranno essere sostenuti e come questi debbano essere ripartiti e le tempistiche di realizzazione. Per noi, questa, diventa una priorità e sono convinto che lavorando tutti insieme nella stessa direzione possiamo estendere fin da subito anche a Pisa un provvedimento che trovo davvero molto interessante”, conclude Mazzeo.